• Admin

6 RISPOSTE a 6 INTERROGATIVI più frequenti sulla LEGGE104.

Aggiornato il: 24 giu 2019

Chiariamo qui di seguito 6 importanti punti sulla nota legge 104.

Sono circa 25 gli anni passati da quando fu promulgata una delle leggi più note nell'ambito dei lavoratori.

Nonostante ciò, ancora numerosi sono gli interrogativi che i lavoratori dipendenti si pongono. Analizziamo insieme i più frequenti.


1. Posso essere esonerato dal turno notturno e/o dalla reperibilità notturna?

  • Se il lavoratore usufruisce della legge per se stesso in quanto egli stesso disabile, solamente in caso di esplicita inidoneità alla prestazione di lavoro notturno accertata dal medico competente il lavoratore è esonerato. In tutti gli altri casi la normativa non prevede alcuna agevolazione riguardo forme di esonero da turnistica, lavoro notturno, reperibilità, orari lavorativi.

  • Se il lavoratore usufruisce della legge per assistere un familiare affetto da handicap grave, ai sensi dell'art.53 comma 2 del D.Lgs n.151/2001 il lavoratore può essere esonerato dal prestare un lavoro notturno o rendersi disponibile alla reperibilità notturna.

2. Se il mio familiare disabile è ricoverato posso usufruire del congedo?

  • Ricovero presso strutture ospedaliere con assistenza sanitaria 24h: in questo caso NON è possibile usufruire del congedo, a meno che i sanitari della struttura documentino la necessità di assistenza dell'utente da parte di un familiare.

  • Ricovero presso strutture residenziali (case - famiglia, comunità, case di riposo: in questo caso E' possibile usufruire del congedo, in quanto tali strutture non assicurano assistenza sanitaria 24h.

3. Per il congedo straordinario è necessaria la residenza?

E' necessario che la residenza del lavoratore e del suo assistito sia la stessa. Nel caso in cui il lavoratore risieda in un altro Comune, può richiedere l'iscrizione al registro della popolazione comunale temporanea.


4. Quanti familiari possono usufruire della legge 104?

Se il disabile è un figlio con handicap grave, possono usufruire dei permessi entrambi i genitori in modo alternato.

Negli altri casi può usufruire del permesso pari a 3 giorni solamente un unico referente e/o il disabile stesso. C'è però la possibilità di condividere l'assistenza con un "caregiver sostituto", ma in forma ridotta, ossia 1 giorno solo di permesso ogni 10 giorni di assistenza continuativa.


5. Posso uscire durante i giorni di permesso retribuito?

Dal 2010 non vige più l'obbligo di assistenza "continuata" ed "esclusiva" al familiare disabile, pertanto il lavoratore può usufruire di una parte della giornata per commissioni personali o per il riposo; tuttavia permane l'obbligo di dedicare una parte di tempo all'assistenza del disabile. Vien da sé, dunque, che non è possibile partire per le ferie o per una vacanza.

ATTENZIONE: Ovviamente l'abuso della legge 104 integra un reato che prevede:

- licenziamento per giusta causa;

- reclusione da 6 mesi a 3 anni per il reato penale di indebita percezione di indennità statali.


6. Chi è deputato a controllare il corretto uso dei permessi previsti dalla legge 104?

  • Il datore di lavoro: tramite un investigatore privato o tramite i Carabinieri;

  • INPS: può verificare a sua discrezione il corretto uso dei permessi.

------------------------------------------------------------------------------------------

Sei sul sito dello Studio Legale Della Ratta & di Donato.

CLICCA QUI per visitare il nostro sito e sapere di più!

CLICCA QUI per seguirci su Facebook.


Il nostro studio offre consulenza legale in ambito di Diritto del Lavoro in virtù della ventennale esperienza dei suoi avvocati.Fornisce assistenza nel rapporto tra azienda e lavoratori, policy aziendali e tutti gli aspetti delle procedure legali e in giudizio e consulenza stragiudiziale in favore di società e pubbliche amministrazioni, nonché di dipendenti pubblici e privati:

Contratti;

Carriera;

Concorsi;

Diritti sindacali;

Equo indennizzo;

Infortuni;

Lavoro straordinario;

Licenziamento;

Mobbing;

Mobilità;

Passaggi di profilo;

Procedimenti amministrativi e sanzioni disciplinari;

Responsabilità amministrativa e contabile;

Indennità;

Aspettativa e congedo.


Chiamaci al 0544/211415 - 3404246083

oppure

compila il form a questo link https://www.studiolegaledellarattadidonato.it/contatti per esporci gratuitamente e senza alcun impegno il tuo problema.

Ti spiegheremo come possiamo aiutarti.

0 visualizzazioni